ZOW Bad Salzuflen (Germany)
Clarion Events Deutschland GmbH
Meisenstr. 94
33607 Bielefeld
Germany
Tel. +49 (0) 521 96533-90
Fax. +49 (0) 521 96533-99
E-Mail: service@clarionevents.de
WWW: http://www.zow.de/
 
 
InformazioniMessaggi 
Data 02 / 2013
Mandante Clarion Events Deutschland GmbH
Categoria Informazioni stampa
Sigla zdni1310
Contatto SEINT - Servizi Espositivi Internazionali srl
seint@seint.com
Tel. +39 028253326

Downloads
zdni1310_pr.docx
(283KB)

La ZOW di Bad Salzuflen 2013: i fornitori sfruttano l'accesso diretto al mercato tedesco del mobile
60 nuovi espositori provenienti da 15 nazioni

In piena crisi economica e finanziaria europea, il mercato interno tedesco si presenta solido. La situazione economica generale in Germania è stabile, per il 2013 le previsioni economiche continuano a essere positive a fronte di una dinamica leggermente rallentata. Oltre a una ridotta disoccupazione, si può contare sull'incremento dei salari reali e delle pensioni. Per il mercato del mobile risulta vantaggiosa la situazione dei bassi tassi di interesse, grazie ai quali l'attività edilizia nazionale registra già una certa crescita. Importanti associazioni del settore ipotizzano per il 2013 un fatturato totale dell'industria mobiliera tedesca allineato a quello dell'anno precedente. Rimangono decisivi gli scambi nel mercato interno tedesco, mentre si continua a osservare con preoccupazione in particolare lo sviluppo dei mercati di smercio dell'Europa meridionale.

Alla luce di queste condizioni generali, la 19a edizione della ZOW – Fiera internazionale del settore delle subforniture per l'industria del mobile e delle finiture interne, offre l'ideale piattaforma per la presentazione di prodotti e l'allacciamento di contatti ai fornitori di mobili che cercano l'accesso diretto al mercato del mobile in Germania. Tra gli espositori figurano circa 60 nuovi espositori provenienti da 15 nazioni che a Bad Salzuflen desiderano cogliere la loro opportunità e arricchire il loro portafoglio di prodotti per i visitatori specializzati. Durante la ZOW, che ha luogo dal 18 al 21febbraio 2013, si presentano al centro fieristico di Bad Salzuflen 402 espositori provenienti da 27 nazioni. Il rapporto tra espositori nazionali ed espositori esteri è di 63% a 37%. La Ostwestfalen-Lippe (Vestfalia orientale) rappresenta tradizionalmente tra gli espositori tedeschi la regione più forte: solitamente più di un terzo delle aziende fornitrici nazionali proviene da questo importante "distretto del mobile". Quest'anno i partecipanti provenienti dalla regione di Ostwestfalen-Lippe costituiscono il 39% degli espositori tedeschi e il 25% di tutti gli espositori della ZOW. 

I fornitori italiani rappresentano il maggiore gruppo internazionale 

Alla luce delle difficoltà economiche esistenti in mercati importanti, quest'anno la presenza degli espositori internazionali alla ZOW è leggermente diminuita al 37%. Tra gli espositori esteri della ZOW, le aziende italiane confermano immutata la loro posizione di primo piano. Esse rappresentano infatti un quarto (26%) delle aziende fornitrici internazionali. Il secondo posto è condiviso da Danimarca e Paesi Bassi, seguiti dalla Cina e, al quarto posto a pari merito, Austria, Francia e Polonia.

La ZOW 2013 offre ai visitatori specializzati prodotti e processi che spaziano dalla tecnologia delle ferramenta agli accessori, fino ad arrivare alle superfici e ai materiali in legno. La ZOW 2013 occupa una superficie lorda di circa 24.000 m2 all'interno dei padiglioni fieristici 20, 21 e 22. L'organizzatore Clarion Events Deutschland GmbH (Bielefeld) prevede circa 13.500 visitatori specializzati, di cui circa un terzo proveniente dall'estero.

Da sottolineare le superfici tematiche: nel padiglione 22.1, su una superficie di circa 250 m2, è allestita la grande presentazione collettiva "RFID Factory" con nuove soluzioni della tecnologia radio lungo l'intera catena di fornitura nell'ambito dell'industria del mobile. Al centro dell'attenzione dell'edizione di quest'anno è stata posta la nuova logistica dei mobili. Nel padiglione 22.1, l'"igeL Forum" presenta i nuovi sviluppi delle strutture alleggerite per mobili. Il 20 febbraio il comitato tecnico igeL invita a una sessione pubblica con relazioni su "Strutture alleggerite e protezione antincendio". In occasione della "Giornata del rivestimento in legno", la DFO Deutsche Forschungsgesellschaft für Oberflächenbehandlung e.V. informerà il 21 febbraio su argomenti quali le verniciature innovative a effetto o l'applicazione della tecnica a pellicola. Sulla superficie "BAFA" nel padiglione 20, alcune interessanti giovani aziende dell'industria tedesca delle subforniture presentano il loro know-how relativo a prodotti e processi. E non da ultimo, lo stand collettivo danese festeggia in questa edizione il suo 15° anno di presenza alla ZOW.

ZOW 2013
18–21 febbraio 2013
Centro Fiere di Bad Salzuflen 

Tra poco le foto dell‘ultima ZOW potranno essere scaricate al sito www.zow.de (sezione Service – Downloadcenter)


Preavviso – ZOW 2014
10–13 febbraio 2014
Centro Fiere di Bad Salzuflen


Informazioni sulla ZOW:
Web: www.zow.de
Facebook: ZOW Bad Salzuflen
Youtube: /zowfair
Twitter in tedesco: @zow_messe
Twitter in inglese: @zow_trade_fair
LinkedIn: ZOW Bad Salzuflen 


Clarion Events Deutschland GmbH
La Clarion Events Deutschland GmbH di Bielefeld, controllata al 100% dalla Clarion Events Ltd. di Londra, si occupa fin dalla sua fondazione nel 2010 di organizzare le due fiere annuali della subfornitura di Bad Salzuflen: la ZOW, dedicata ai componenti e accessori per l’industria del mobile e l’interior design, e la FMB (fiera della subfornitura per l’industria meccanica). Organizza inoltre la ZOW di Istanbul tramite la propria affiliata Clarion Events TR e la ZOW di Mosca in cooperazione con un licenziatario locale. Per il futuro la società persegue l’obiettivo di lanciare ulteriori fiere e congressi specializzati, tutti finalizzati a offrire servizi mirati e quindi un chiaro plusvalore agli operatori interessati. Gli amministratori della Clarion Events Deutschland GmbH sono Simon Kimble e Mike Sicely (Londra) e Horst Rudolph (Bielefeld).

Messaggi successivi